CORSO DI FORMAZIONE PER ADDETTI ALL'UTILIZZO DI GRU SU AUTOCARRO 

OBIETTIVO DEL CORSO:

In attuazione dell'art. 73 comma 5 del D. Lgs 81/08 in accordo con la Conferenza Stato Regioni nella seduta del 22 febbraio 2012, il personale addetto alla conduzione di gru su autocarro deve ricevere l'addestramento sull'uso del mezzo.

 

CONTENUTI DEL CORSO:

  • Modulo giuridico - normativo (1 ora)

    • · Presentazione del corso. Cenni di normativa generale in materia di igiene e sicurezza del lavoro con particolareriferimento alle disposizioni di legge in materia di uso delle attrezzature di lavoro per le operazioni di movimentazione di carichi (D.Lgs. n. 81/2008). Responsabilità dell’operatore.

     

    Modulo tecnico (3 ore)

    • · Terminologia, caratteristiche delle diverse tipologie dì gru per autocarro con riferimento alla posizione diinstallazione, loro movimenti e equipaggiamenti di sollevamento, modifica delle configurazioni in funzione degliaccessori installati.
    • · Nozioni elementari di fisica per poter valutare la massa di un carico e per poter apprezzare le condizioni di equilibrio di un corpo, oltre alla valutazione dei necessari attributi che consentono il mantenimento dell’insieme gru con caricoappeso in condizioni di stabilità.
    • · Condizioni di stabilità di una gru per autocarro: fattori ed elementi che influenzano la stabilità.
    • · Caratteristiche principali e principali componenti delle gru per autocarro.
    • · Tipi di allestimento e organi dì presa.
    • · Dispositivi di comando a distanza.
    • · Contenuti delle documentazioni e delle targhe segnaletiche in dotazione delle gru per autocarro.
    • · Utilizzo delle tabelle di carico fornite dal costruttore.
    • · Principi di funzionamento, di verifica e di regolazione dei dispositivi limitatori, indicatori, di controllo.
    • · Principi generali per il trasferimento, il posizionamento e la stabilizzazione.
    • · Modalità di utilizzo in sicurezza e rischi: analisi e valutazione dei rischi più ricorrenti nell’utilizzo delle gru perautocarro (caduta del carico, perdita di stabilità della gru per autocarro, urto di persone con il carico o con la gru,rischi connessi con l’ambiente, quali vento, ostacoli, linee elettriche, ecc., rischi connessi alla non correttastabilizzazione).
    • · Segnaletica gestuale.  

    Prova intermedia di verifica

     

    Modulo pratico

    • · Individuazione dei componenti strutturali: base, telaio e controtelaio, sistemi di stabilizzazione, colonna, gruppobracci.
    • · Dispositivi di comando e di sicurezza: identificazione dei dispositivi di comando (comandi idraulici e elettroidraulici,radiocomandi) e loro funzionamento (spostamento, posizionamento ed operatività), identificazione dei dispositivi disicurezza e loro funzione.
    • · Controlli pre-utilizzo: controlli visivi e funzionali della gru per autocarro e dei componenti accessori, dei dispositivi dicomando, di segnalazione e di sicurezza, previsti dal costruttore nei manuale di istruzioni dell’attrezzatura. Manovredella gru per autocarro senza carico (sollevamento, estensione, rotazione, ecc.) singole e combinate.
    • · Controlli prima del trasferimento su strada: verifica delle condizioni di assetto (struttura di sollevamento estabilizzatori).
    • · Pianificazione delle operazioni del sollevamento: condizioni del sito di lavoro (pendenze, condizioni del piano diappoggio), valutazione della massa del carico, determinazione del raggio, configurazione della gru per autocarro,sistemi di imbracatura, ecc..
    • · Posizionamento della gru per autocarro sul luogo di lavoro: posizionamento della gru rispetto al baricentro del carico,delimitazione dell’area di lavoro, segnaletica da predisporre su strade pubbliche, messa in opera di stabilizzatori,livellamento della gru. Procedure per la messa in opera di accessori, bozzelli, stabilizzatori, jib, ecc..
    • · Esercitazione di pratiche operative:

    a) Effettuazione di esercitazioni di presa/aggancio dei carico per il controllo della rotazione, dell’oscillazione,degli urti e del posizionamento del carico. Operazioni in prossimità di ostacoli fissi o altre gru (interferenza).Movimentazione di carichi di uso comune e carichi di forma particolare quali: carichi lunghi e flessibili, carichipiani con superficie molto ampia, carichi di grandi dimensioni. Manovre di precisione per il sollevamento, ilrilascio ed il posizionamento dei carichi in posizioni visibili e non visibili.

    b) Utilizzo di accessori di sollevamento diversi dal gancio (polipo, benna, ecc.). Movimentazione di carichi conaccessori di sollevamento speciali. Imbracature di carichi.

    • · Manovre di emergenza: effettuazione delle manovre di emergenza per il recupero del carico.
    • · Prove di comunicazione con segnali gestuali e via radio.
    • · Operazioni pratiche per provare il corretto funzionamento dei dispositivi limitatori, indicatori e di posizione.
    • · Esercitazioni sull’uso sicuro, gestione di situazioni di emergenza e compilazione del registro di controllo.
    • · Messa a riposo della gru per autocarro: procedure per il rimessaggio di accessori, bozzelli, stabilizzatori, jib, ecc..

    Prova pratica di verifica finale

    - il mancato superamento della prova di verifica finale comporta la ripetizione del modulo pratico”.  

Test  finale di verifica dell’apprendimento

 

DURATA: 12 ORE

 

RIFERIMENTI NORMATIVI: (L’art. 73, del D. Lgs. 81/08 e Accordo Stato Regioni del 22/02/2012 )

 

SANZIONI: Le sanzioni previste per il mancato adempimento comportano l'arresto da 3 a 6 mesi e/o l'ammenda da € 2.000 a € 10.000.

 

SCARICA LA DISPENSA DEL CORSO

CORSO DI FORMAZIONE PER ADDETTI ALL'UTILIZZO DI GRU A TORRE

OBIETTIVO DEL CORSO:

In attuazione dell'art. 73 comma 5 del D. Lgs 81/08 in accordo con la Conferenza Stato Regioni nella seduta del 22 febbraio 2012, il personale addetto alla conduzione di gru a torre deve ricevere l'addestramento sull'uso del mezzo.

 

CONTENUTI DEL CORSO:

  • Modulo giuridico normativo (1 ora):

    Cenni di normativa generale in materia di igiene e sicurezza sul lavoro con particolare riferimento all'uso di attrezzature da lavoro (d.Lgs. n. 81/2008 e s.m.i.)

    Responsabilità dell'operatore

     

    Modulo tecnico (7 ore):

    Norme generali di utilizzo della gru a torre

    Tipologie di gru a torre

    Principali rischi connessi all'impiego di gru a torre

    Nozioni elementari di fisica

    Tecnologia delle gru a torre

    Componenti strutturali

    Dispositivi di comando e di sicurezza

    Le condizioni di equilibrio delle gru a torre

    L'installazione delle gru a torre

    Controlli da effettuare prima dell'utilizzo

    Modalita' di utilizzo in sicurezza della gru a torre

    Manutenzione della gru a torre

    Modulo PRATICO - Esercitazioni pratiche operative - 6 ore:

    Individuazione dei componenti strutturali principali: struttura di base, struttura di fondazione, puntoni, controbraccio, sostegno della cabina, tiranti, vie di traslazione , ecc…,

    Individuazione dei dispositivi di comando e di sicurezza: identificazione dei dispositivi di comando e loro funzionamento, identificazione dei dispositivi di sicurezza e loro funzione, conoscenza dei pattern di comando;

    Istruzioni sull'uso delle attrezzature, dei vari componenti e della sicurezza;

    Controlli pre-utilizzo: controlli visivi e funzionali delle macchine, dei dispositivi di comando e di sicurezza previsti dal costruttore e dal manuale di istruzionedella gru, diagrammi di carico, limitatori di carico e di movimento;

    Utilizzo della gru a torre: operazioni di messa in servizio, verifica del corretto funzionamento dei freni e dei dispositivi di sicurezza, valutazione della massa totale del carico e utilizzo di accessori di sollevamento, esecuzione di manovre per lo spostamento del carico con la precisione richiesta, utilizzo dei comandi posti su pulsantiera pensile e di quelli posti su unità radio-mobile, utilizzo degli accessori d’imbracatura, sollevamento e sgancio dei carichi, spostamento dei carichi attraverso ostacoli fissi, avvicinamento e posizionamento al suolo e su piani rialzati;

    Controlli giornalieri e periodici della gru a torre, prescrizioni operative per la messa fuori servizio e misure precauzionali in caso di avverse condizioni metereologiche;

    Operazioni di fine-utilizzo: controlli visivi e funzionali della gru, dei dispositivi di comando e di sicurezza previsti da manuale e dal costruttore. Posizionamento del carrello e del gancio di sollevamento, sblocco del freno di rotazione, sistemi di ancoraggio e di blocco;

    Sezionamento dell’alimentazione elettrica.

     

    - il mancato superamento della prova di verifica finale comporta la ripetizione del modulo pratico”.  

 

DURATA: 

Tipologia singola gru a torre con rotazione in basso : 12 ORE

 Tipologia singola gru a torre con rotazione in alto : 12 ORE

 Tutte le  tipologie: 14 ORE

 

RIFERIMENTI NORMATIVI: (L’art. 73, del D. Lgs. 81/08 e Accordo Stato Regioni del 22/02/2012 )

 

SANZIONI: Le sanzioni previste per il mancato adempimento comportano l'arresto da 3 a 6 mesi e/o l'ammenda da € 2.000 a € 10.000.

 

SCARICA LA DISPENSA DEL CORSO

CORSO DI FORMAZIONE PER ADDETTI ALL'UTILIZZO DI GRU MOBILI

OBIETTIVO DEL CORSO:

In attuazione dell'art. 73 comma 5 del D. Lgs 81/08 in accordo con la Conferenza Stato Regioni nella seduta del 22 febbraio 2012, il personale addetto alla conduzione di gru mobili deve ricevere l'addestramento sull'uso del mezzo.

 

CONTENUTI DEL CORSO:

  • Modulo teorico

    Principali caratteristiche e componenti delle gru mobili con falcone telescopico o brandeggiabile.

    Meccanismi, loro caratteristiche e loro funzioni.

    Condizioni di stabilità di una gru con falcone telescopico o brandeggiabile: fattori ed elementi che influenzano la stabilità.

    Contenuti delle documentazioni e delle targhe segnaletiche in dotazione della gru con falcone telescopico o brandeggiabile.

    Utilizzo dei diagrammi e delle tabelle di carico del costruttore.

    Principi di funzionamento, di verifica e di regolazione dei dispositivi limitatori ed indicatori.

    Principi generali per il posizionamento, la stabilizzazione ed il ripiegamento della gru con falcone telescopico o brandeggiabile.

     

    Modulo pratico

    Funzionamento di tutti i comandi della gru con falcone telescopico o brandeggiabile per il suo spostamento, il suo posizionamento e per la sua operatività.

    Test di prova dei dispositivi di segnalazione e di sicurezza.

    Approntamento della gru con falcone telescopico o brandeggiabile per il trasporto o lo spostamento.

    Procedure per la messa in opera e il rimessaggio delle attrezzature aggiuntive.

    Esercitazioni di pianificazione del sollevamento tenendo conto delle condizioni del sito di lavoro, la configurazione della gru, i sistemi di imbracatura, ecc..

    Esercitazioni di posizionamento e messa a punto della gru con falcone telescopico o brandeggiabile per prove di sollevamento comprendenti: determinazione del raggio, posizionamento della gru rispetto al baricentro del carico, posizionamento del braccio con attrezzature aggiuntive nella estensione ed elevazione appropriata.

    Manovre della gru con falcone telescopico o brandeggiabile senza carico (sollevamento, estensione, rotazione, ecc.) singole e combinate é spostamento con la gru nelle configurazioni consentite.

    Esercitazioni dì presa del carico per il controllo della rotazione, dell’oscillazione, degli urti e del posizionamento del carico.

    Traslazione con carico sospeso con gru con falcone telescopico o brandeggiabile su pneumatici.

    Operazioni in prossimità di ostacoli fissi o altre gru (interferenza).

    Operazioni pratiche per provare il corretto funzionamento dei dispositivi limitatori ed indicatori.

    Movimentazione di carichi di uso comune e carichi di forma particolare quali: carichi lunghi e flessibili, carichi piani con superficie molto ampia, carichi di grandi dimensioni.

    - il mancato superamento della prova di verifica finale comporta la ripetizione del modulo pratico”.  

 

DURATA: 

Con eventuale falcone fisso: 14 ORE

 Con falcone telescopico o brandeggiabile :22 ORE

 

RIFERIMENTI NORMATIVI: (L’art. 73, del D. Lgs. 81/08 e Accordo Stato Regioni del 22/02/2012 )

 

SANZIONI: Le sanzioni previste per il mancato adempimento comportano l'arresto da 3 a 6 mesi e/o l'ammenda da € 2.000 a € 10.000.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare l'esperienza di navigazione. Se vuoi saperne di piĆ¹ e scoprire come eliminarli, clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.